Fino al 30 Maggio 2018 – «Un libro prende vita quando viene aperto e si fa veicolo di incontri: tra autore e lettore, tra mondi differenti, tra tempi diversi». Gli incontri della  rassegna Le parole e le cose, promossa dal Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia e dalla Biblioteca Statale di Cremona, si tengono presso la Biblioteca in Via Ugolani Dati, 4 – Sala Virginia Carini Dainotti.

Una  via suggestiva che si  attraversa volentieri per raggiungere per esempio via Solferino partendo da via Gramsci,  una via rilassante e magica che invita poi a mantenere un passo lento, contemplativo. Si tratta di via Domenico Bordigallo, una via a cui è dedicata anche una pagina Facebook con l’evocativo nome rue Bordigallo, per raccontarne le attività, per regalare le immagini di atmosfere serali e diurne, estive e invernali, trasmettendo sempre le sensazioni di calma estraniante che questa via riesce a donare. 

Qui si trova anche il nostro Hotel Astoria, nel cuore del centro storico di Cremona. 

Cremona_nella_grande_letteraturaL’autore nell’introduzione al volume Cremona nella grande letteratura (edito da Cremonalibri) ci informa: «Cremona non ha prodotto una grande letteratura, ma nella grande letteratura, entra a pieno titolo».

Il testo è una sorta di rassegna letteraria da Dante a Manzoni, passando da Boccaccio, Ariosto e Machiavelli, partendo però da due poeti locali Girardo Patecchio e Uguccione da Lodi le cui opere hanno contribuito alla nascita della lingua italiana. Attraverso questo percorso il lettore scopre così, con curiosità, le opere in cui viene citata Cremona ed i suoi personaggi storici.

Sapevate per esempio che Fra’ Cristoforo era originario di Cremona?

Animati. Animali animati dall’anima è una collezione di 22 quadri dell’affermata artista Chicca Calderara.  Dipinti a mano su tavola a tempera acrilica e pittura ad olio con cornici principalmente di recupero, questi quadri, oggi esposti presso l’Hotel Astoria, rappresentano «una ricerca interiore dell’artista che attraverso l’anima spontanea e pura degli animali, descrive i suoi stati d’animo intraprendendo un percorso di “trasformazione” in cui da uno “spiraglio di luce” ha ritrovato l’“amore” per se stessa “selfie”».

 

Quando l’11 aprile del 1913 Hermann Hesse giunse a Cremona, aveva già visto molto dell’Italia, eppure le suggestioni di questo breve soggiorno furono tali da voler dedicare alla città alcune pagine del suo diario  e la bellissima poesia Arrivo a Cremona (i brani tratti dal diario sono proposti in traduzione italiana nel volume Il Viandante, pubblicato da Mondadori): dalle sue parole percepiamo ancora oggi l’intensità di quelle emozioni; partendo dall’Hotel Astoria si può andare alla scoperta di Cremona seguendo le descrizioni e le parole di Hesse e, nonostante i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni, l’incanto rimane  intatto. Davvero una bella opportunità per coloro che amano scoprire i luoghi seguendo le tracce degli scrittori.

Qualche anno fa il gruppo alberghiero Cremonahotels.it, in occasione dei cento anniLOGO CRHOTELS OK dalla visita di Hermann Hesse a Cremona, aveva ideato e organizzato un apprezzato pacchetto che fra itinerari, menù, libri rievocava il soggiorno del Premio Nobel nella città dei violini. In quell’occasione presso il DelleArti Design Hotel (uno degli Hotel del gruppo) si svolse un pomeriggio letterario con l’intervento di Artemio Focher, docente di Letteratura tedesca presso la Facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia, e del regista Beppe Arena.

Il Museo del Violino comunica: «A seguito del drammatico incidente ferroviario che ha coinvolto anche cittadini del territorio cremonese, Regione Lombardia, in accordo con l’Accademia del Teatro Alla Scala e il Maestro Massimiliano Finazzer Flory, ha deciso di ANNULLARE lo spettacolo ‘Verdi legge Verdi’ previsto per domenica 28 gennaio presso il Museo del Violino di Cremona.
La decisione è stata presa in segno di rispetto e di vicinanza alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie».