Dal 17 al 25 Novembre 2018 – La lettura che consigliamo per questi giorni di Festa è il libro Cremona nella grande letteratura di Fulvio Stumpo (edito da Cremonalibri) in cui l’autore «conduce il lettore in un viaggio fra versi, poeti, scrittori e personaggi che entrano nella “grande letteratura”. […] Il testo è una sorta di rassegna letteraria da Dante a Manzoni, passando da Boccaccio, Ariosto e Machiavelli».

 

UnAstoria_con_l_autore_webL’Hotel Astoria di Cremona, suggestivo luogo di incontri, offre i suoi spazi alle varie voci dell’arte le cui narrazioni, in dialogo con la tradizione, creano un racconto unico e composito: il 20 Ottobre si è tenuta l’inaugurazione della nuova esposizione permanente del pittore Graziano Bertoldi dal titolo «Una storia che continua» e da Novembre 2018 fino ad Aprile 2019, fra le pareti impreziosite dalle opere del noto Artista cremonese, si svolgerà la prima edizione della rassegna «UnAstoria con l’Autore», una manifestazione curata da Emanuela Riverso, che intende valorizzare l’immagine letteraria dello storico Hotel Astoria in cui hanno soggiornato Ospiti illustri come Johannes Brahms ed Hermann Hesse. La rassegna «UnAstoria con l’Autore», con il Patrocinio del Comune di Cremona e il contributo di CremonaHotels.it Srl, propone un interessante calendario di incontri ed eventi in sinergia con il blog/Magazine del turismo letterario “Luoghi d’Autore” (www.luoghidautore.com).

Dal 28 al 30 Settembre 2018 – Cremona Musica è il più grande e importante marketplace mondiale per la liuteria di alta gamma. Qui si incontrano i migliori liutai e distributori del mondo, insieme con i più qualificati produttori e commercianti di accessori ed edizioni musicali. Una grande fiera ma anche un luogo di incontro, formazione, specializzazione, spettacolo e performance aperto all’intera comunità di amanti delle sette note. Noi desideriamo segnalarvi alcuni appuntamenti della Manifestazione in cui vengono ospitati autori di libri legati al mondo della musica:

locandina-minaFino al 31 Dicembre 2018 – «Nella prestigiosa sede di Palazzo Comunale, la casa di tutti i cremonesi, nella sala che per tanti anni ha ospitato i preziosi violini della collezione comunale, da oggi [2 Agosto] è visitabile l’allestimento Ti racconto Mina dedicato a questa grande della canzone che ha portato il nome di Cremona in ogni parte del mondo. Presente tra gli altri, accanto al Sindaco Gianluca Galimberti e all’Assessore al Turismo Barbara Manfredini il maestro Renzo Donzelli degli “Happy Boys” che lanciarono nel mondo della canzone la giovane Mina Mazzini.
L’esposizione rimarrà aperta fino al 31 dicembre 2018 e sarà visitabile negli orari di apertura di Palazzo comunale.

Dal 29 Giugno all’1 Luglio 2018 – Giunto alla terza edizione, il Porte Aperte Festival torna in città offrendo un calendario di appuntamenti molto interessanti e ospitando grandi nomi del panorama letterario: saranno circa 60 gli ospiti fra autori nazionali e internazionali che interverranno sullo sfondo di alcune suggestive cornici cremonesi.

Fra gli autori presenti ricordiamo Paolo Giordano (vincitore del Premio Strega nel 2008) che presenterà Divorare il cielo (Einaudi, 2018); Tiziano Scarpa presenterà Il cipiglio del gufo (Einaudi, 2018); Sandra Petrignani ci descriverà Natalia Ginzburg a cui ha dedicato il suo ultimo lavoro pubblicato da Neri Pozza, La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg. 

1496394188491.JPG--Dal 16 Giugno al 29 Settembre 2018 – Torna la Rassegna Sguardo conCorde, Serenata al balcone della casa di Stradivari che propone alcuni magici momenti musicali con i violinsiti Anastasiya Petryshak e Daniele Richiedei. Come possiamo leggere «con un buon margine di certezza si può affermare che l’edificio attualmente collocato al civico 57 di corso Garibaldi, ospitante il negozio “Tè per due”, corrisponda alla prima  casa-bottega di Antonio Stradivari, ossia quella “casa del Pescaroli” citata dalle fonti che il sommo liutaio andò a occupare assieme alla prima moglie Francesca Ferraboschi nel 1667, restandovi fino al 1680. Il corpo verso strada e la facciata hanno subito radicali trasformazioni nel 1800, mentre il cortile e le cantine sono rimasti gli stessi di quando vi si aggirava Stradivari».