“Rue Bordigallo”, una via tutta da scoprire

Una  via suggestiva che si  attraversa volentieri per raggiungere per esempio via Solferino partendo da via Gramsci,  una via rilassante e magica che invita poi a mantenere un passo lento, contemplativo. Si tratta di via Domenico Bordigallo, una via a cui è dedicata anche una pagina Facebook con l’evocativo nome rue Bordigallo, per raccontarne le attività, per regalare le immagini di atmosfere serali e diurne, estive e invernali, trasmettendo sempre le sensazioni di calma estraniante che questa via riesce a donare. 

Qui si trova anche il nostro Hotel Astoria, nel cuore del centro storico di Cremona. 

Ma chi era Domenico Bordigallo?

Nel Dizionario Biografico degli Italiani (Volume 12 – 1971) si racconta che Domenico Bordigallo, nato a Cremona l’8 Settembre 1449, «aveva coltivato studi letterari alla scuola del retore Bartolomeo Petronio, noto per essere stato precettore dei figli di Francesco Sforza, duca di Milano. Ricoprì varie cariche pubbliche». La sua attività letteraria fu quantitativamente rilevante e i suoi scritti sono particolarmente interessanti per ricostruire le vicende storiche di cui fu spettatore in quegli anni: «il ritorno dei Francesi a Cremona nel 1515, seguito alla discesa in Italia di Francesco I; l’insurrezione della città contro il Lautrec nel 1521; la conquista pontificia l’anno successivo ed il ritorno della città in possesso sforzesco con Francesco II; la riconquista spagnola dopo la battaglia di Pavia, e finalmente il ritorno veneziano e la consegna di Cremona nuovamente alla signoria di Francesco II Sforza: questi sono gli avvenimenti storici di cui il B. può autorevolmente parlare e qui merita credito, poiché se egli è tutt’altro che un cronista imperturbabile, tuttavia la sua informazione è sempre ampia, precisa e praticamente la più considerevole per la storia cremonese del periodo».

Per maggiori informazioni: Domenico Bordigallo 

Pagina Facebook dedicata alla via: Rue Bordigallo (che ringraziamo anche per l’immagine di copertina)