Apostrofo Editore ha recentemente pubblicato un volume dedicato al pittore cremonese Osvaldo Boldori. Come spiega Erminio Morenghi nel testo critico «l’incontro personale con le opere pittoriche di Osvaldo Boldori (Cremona 1934-2001) è stato segnato dalla sorpresa, dallo stupore e, perché no, da una certa ammirazione in ordine all’uso singolare, in terra cremonese, di un linguaggio che presenta movenze post-espressioniste concentrandosi, tra l’altro, su una nutrita schiera di ritratti femminili e su alcuni a soggetto maschile che stimolano l’osservatore a volerne sapere di più sull’autore, sul percorso da autodidatta e da entusiasta dell’arte con qualche puntata al suo vissuto. Boldori presenta figure femminili che hanno come sostrato la coquetterie, il fumetto trasfigurato, il giocoso, nonché una sensualità libera, ispirata dalla fantasia e dall’immaginario dell’autore. Ciò vale come una sorta di respiro buono, riequilibrante, affascinante, gioioso».

Il_bosco_degli_alberi_musicali29 Aprile 2018 – L’Hotel Astoria di Cremona ospiterà domenica 29 aprile p.v. alle ore 17,00 l’appuntamento “Il bosco degli alberi musicali. Conversazione con l’Autrice Analisa Casali”, il primo di una serie di incontri letterari, organizzato da CremonaHotels in sinergia con la Segreteria Organizzativa della manifestazione “Le Invasioni Botaniche” in programma a Cremona il 28 e 29 Aprile p.v.

Nella suggestiva cornice dello storico Hotel cremonese, che in passato ha ospitato il Musicista Johannes Brahms e probabilmente lo Scrittore Hermann Hesse, si terrà la presentazione della trilogia di Analisa Casali dedicata all’infanzia e alla giovinezza di Antonio Stradivari, “Antonio Stradivari raccontato dal suo gatto” (Apostrofo Editore con le illustrazioni di Graziella Borgna) approfondendo con l’Autrice il secondo dei tre volumi, “Il bosco degli alberi musicali” ambientato tra Cremona e Predazzo, in Val di Fiemme, dove Stradivari, nel bosco di Paneveggio, imparò a riconoscere i famosi abeti di risonanza.

c48bef20609f947ee99a7207a6fb1bf0Fino al 01 Luglio 2018 – Segnaliamo presso la Pinacoteca di Cremona la mostra “Sguardi dal ‘900” aperta al pubblico fino al 01 luglio 2018 e organizzata nell’ambito delle iniziative dell’anno culturale dedicato al Novecento; come viene spiegato sul sito dell’evento «si tratta di una selezione di ritratti provenienti prevalentemente dai depositi del museo civico ‘Ala Ponzone’, alcuni inediti e mai esposti prima d’ora, su cui è stata avviata una ricerca d’archivio dalla studiosa e curatrice dott.ssa Liliana Ruggeri, parallelamente ad uno studio storico-critico condotto dall’altra curatrice della mostra, dott.ssa Donatella Migliore. Grazie alla ricerca documentaria sono emerse significative storie di personaggi fino ad oggi poco conosciuti i cui ritratti hanno acquisito così uno spessore storico oltre che artistico.

Dal 07 Aprile al 19 Maggio 2018 – «Non dimenticartelo mai: suonare il jazz, è come raccontare una storia. Una volta svanita la musica e finito il pezzo, deve restare solo felicità…» Con queste parole di Maxence Fermine, autore del romanzo Il violino nero, desideriamo presentarvi la quarta edizione di CremonaJazz in svolgimento a Cremona con cinque imperdibili appuntamenti.

locandina_ CremonaJazz

40905-MFilviolinonero300dpiUn romanzo breve, da leggere per esempio durante il vostro soggiorno a Cremona,  una lettura scorrevole e piacevole, una favola su un misterioso e magico violino: «È lo strumento più straordinario che io conosca. Un semplice alito basta a farlo vibrare. Ma la musica che ne scaturisce è talmente strana da poter cambiare la vita di chi lo suona. È come la felicità una volta che la provi, ne resti marchiato a vita. Suonare il violino nero è la stessa identica cosa».

Fino al 30 Maggio 2018 – «Un libro prende vita quando viene aperto e si fa veicolo di incontri: tra autore e lettore, tra mondi differenti, tra tempi diversi». Gli incontri della  rassegna Le parole e le cose, promossa dal Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia e dalla Biblioteca Statale di Cremona, si tengono presso la Biblioteca in Via Ugolani Dati, 4 – Sala Virginia Carini Dainotti.

Una  via suggestiva che si  attraversa volentieri per raggiungere per esempio via Solferino partendo da via Gramsci,  una via rilassante e magica che invita poi a mantenere un passo lento, contemplativo. Si tratta di via Domenico Bordigallo, una via a cui è dedicata anche una pagina Facebook con l’evocativo nome rue Bordigallo, per raccontarne le attività, per regalare le immagini di atmosfere serali e diurne, estive e invernali, trasmettendo sempre le sensazioni di calma estraniante che questa via riesce a donare. 

Qui si trova anche il nostro Hotel Astoria, nel cuore del centro storico di Cremona. 

Cremona_nella_grande_letteraturaL’autore nell’introduzione al volume Cremona nella grande letteratura (edito da Cremonalibri) ci informa: «Cremona non ha prodotto una grande letteratura, ma nella grande letteratura, entra a pieno titolo».

Il testo è una sorta di rassegna letteraria da Dante a Manzoni, passando da Boccaccio, Ariosto e Machiavelli, partendo però da due poeti locali Girardo Patecchio e Uguccione da Lodi le cui opere hanno contribuito alla nascita della lingua italiana. Attraverso questo percorso il lettore scopre così, con curiosità, le opere in cui viene citata Cremona ed i suoi personaggi storici.

Sapevate per esempio che Fra’ Cristoforo era originario di Cremona?